Cavalli in spiaggia, «intervengano le forze dell'ordine»

PrimaDaNoi.it – Articoli principali

Cavalli in spiaggia, «intervengano le forze dell’ordine»
Inviato da Redazione (970 letture)

PESCARA. Un cavallo che traina un calesse ogni mattina passeggia indisturbato sulla spiaggia di Pescara sud, tra bagnanti e balneatori, con relativi disagi igienico-sanitari e seminando il panico tra i presenti.

Lo ha denunciato il presidente del direttivo del Consorzio Imprese Balneari dell’Adriatico (Ciba) Stefano Cardelli, raccogliendo la protesta dei consorziati della zona. Non è raro, infatti, vedere sulla spiaggia cavalli a passeggio (e talvolta al galoppo) e non capita solo a Pescara. Stessi avvistamenti quotidiani si fanno a Silvi, Montesilvano o Francavilla nel tardo pomeriggio.
«Ormai la situazione si è fatta insostenibile – ha spiegato il
presidente: da diversi giorni i balneatori hanno segnalato la presenza del calesse trainato da un cavallo, di proprietà ignota, che tranquillamente attraversa la spiaggia, passeggia sulla battigia fermandosi ogni tanto per lasciare i propri escrementi, a pochi passi da palme, ombrelloni, e soprattutto bagnanti e bambini, con relativi rischi sanitari».
Inutile ogni tentativo di impedire il passaggio di calesse e cavallo che puntualmente generano preoccupazioni e paure tra gli utenti della spiaggia. A questo punto il Ciba chiede l’intervento immediato delle Forze dell’Ordine per verificare la situazione, identificare il proprietario dell’animale e del mezzo, e vietare l’accesso in spiaggia del cavallo, «ripristinando una situazione di tranquillità sul nostro litorale».

Modica: Ecco i danni del cavallo imbizzarrito!

Modica: Ecco i danni del cavallo imbizzarrito!
Inserita il 24/06/2008 alle ore 16.36.37 Fonte: Redazione

Sono una ventina almeno coloro che dovranno essere risarciti dal proprietario del cavallo imbizzarrito che sabato sera ha creato panico ed anche danni al Quartiere Sacro Cuore. Le forze dell’ordine hanno identificato numerosi proprietari di veicoli che hanno subito danni dal passaggio del quadrupede sfuggito al controllo del proprietario. Ci sarebbe anche qualche persona contusa. Non è da scartare nemmeno la possibilità che altre persone si possano ancora aggiungere al già considerevole numero dei danneggiati. Com’è noto l’animale con calesse al traino, stava percorrendo la zona di Quartarella, alla periferia. Approfittando del fatto che il proprietario aveva deciso di fermarsi per parlare con delle persone, era riuscito ad eludere il controllo ed era fuggito verso il centro abitato. Da Contrada Quartarella si era diretto sulla Modica Mare e, quindi, aveva proseguito verso il Polo Commerciale, raggiungendo, quasi conoscesse quel tragitto, il Viale della Costituzione, l’ex SS. 115. All’intersezione era andato in direzione Siracusa fino a raggiungere l’incrocio con Via Risorgimento, arteria che aveva imboccato dopo essere riuscito a liberarsi del calesse. Dopo avere percorso buona parte della trafficatissima arteria dove insistono tante attività commerciali, si era dovuto “arrendere” quando aveva trovato un ostacolo davanti a se, cioè una volante della polizia.

Contadino trascinato da cavallo: grave | Montagna.tv

Contadino trascinato da cavallo: grave | Montagna.tv

Contadino trascinato da cavallo: grave
Cronaca Inserito da montagnatv il Mar, 2008-06-24 13:10
immagine
BRUMANO, Bergamo — Poteva trasformarsi in tragedia l’incidente capitato domenica sera a un contadino di Brumano, in Valle Imagna. L’uomo stava raccogliendo il fieno quando a un certo punto è caduto da cavallo rimandendo impigliato nelle redini: l’animale lo ha trascinato per terra per un centinaio di metri nel prato.

L’incidente si è verificato nel tardo pomeriggio di domenica nei campi intorno a Brumano, Valle Imagna, in provincia di Bergamo. Un contadino, Celestino Manzoni di 63 anni, stava raccogliendo il fieno nel prato, facendosi aiutare nei lavori da un cavallo che trainava su una slitta l’erba tagliata.

Forse per via di un movimento brusco dell’animale l’agricoltore è stato disarcionato ed è caduto a terra, ma è rimasto impigliato nelle redini. In questo modo è stato trascinato per un centinaio di metri dal cavallo che continuava a muoversi sul prato.

Subito è accorso in aiuto il fratello che è riuscito a fermare l’animale e poi ha avvisato una famiglia che abita lì vicino. L’elicottero del 118 è sopraggiunto in fretta sul luogo dell’indicidente e ha trasportato il ferito agli Ospedali di Riuniti di Bergamo, dove è attualmente ricoverato. L’uomo avrebbe riportato gravi ferite soprattutto al volto e sarebbe in attesa di un intervento di chirurgia plastica.

Petula e Sable possibilmente insieme

ADOTTATE DA CORINNA E CRISTIAN DELLA PROV. DI VITERBO

Appello URGENTE

Lei e’ Petula,la sorella di Sable nella seconda foto, ha 19 anni Sable 21 ,e baia scura e alta 1 m 60 , molto buona,ma un po’ più vivace della sorella. Hasempre lavorato molto poco perché ho delle gambe molto esili e quindi delicate, vorremmo siemare le due sorelle insieme poiche non ci apre etico separarle dopo tutta la vita passata insieme.

Cerchiamo pertanto prioritariamente un affidatario con tali caratteristiche

 

Da Larengo – Pet…

Sable ha 21 anni sono baia scura e alta 1 m 66 , anche lei molto molto buona e per molti anni ha fatto divertire tanti bambini. Da 2 anni un tendine le dà problemi e puo’ fare solo qualche saltuaria e tranquilla passeggiatina .

Le cavalle risiedono in provinci di Padova, cerchiamo un affidatario rispettoso, ricordiamo che il contratto di adozione esclude l’ accoppiamntoi dei cavalli ai fini rispoduttivi.

per la tua disponibilita’ compila la form sottostante

 

Larengo H

ADOTTATO DA CORINNA E CHRISTIAN DELLA PROV. DI VITERBO
Appello URGENTE
Larengo, ha 19 anni e’ alto 1 m 77; e’ davvero tanto buono cosi buono da essere stato molto sfruttato nel salto ostacoli da giovane e a causa degli antidolorifici e antinfiammatori che gli hanno fatto il fegato e il metabolismo sono stati compromessi e quindi e’ da tempo magro ed ingrassa con molta difficoltà; pero’ gode in generale di buona salute e si aspetterebbe un affidatario per fare qualche rispettosa passeggiata e vivere sereno
Temporaneamente ospitato in Prov. di Viterbo.


Per la tua disponibilita’ all’ adozione compila la form qui di seguito

Taggia: sorpassa i cavalli della Neopolis e fa cadere 12enne

Taggia: sorpassa i cavalli della Neopolis e fa cadere 12enne

Una ventina di ragazzi a cavallo iscritti al Centro Ippico San Martino di Taggia, di proprietà della Cooperativa Neopolis Azzurra, sono stati protagonisti nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 22 giugno, di un incidente si è verificato all’entrata del Comune di Taggia, al ritorno da due giorni di trekking a cavallo nell’entroterra taggiasco.
L’incidente è accorso all’altezza dei piloni autostradali. I cavalli, in colonna per la strada ormai alle porte del Centro, sono stati pericolosamente spaventati dalla manovra di un sessantenne che ha sorpassato in modo azzardato alcuni di essi causando la caduta di un cavallo e della dodicenne che lo cavalcava. La situazione ha imbizzarrito i cavalli: quello caduto, spaurito è fuggito inseguito da un altro, alcuni si sono attaccati reciprocamente, provocandosi ferite e spaventando a loro volta i ragazzi – per l’occasione accompagnati da Antonio Tognietti, esperto responsabile del Centro Ippico San Martino. Ad avere la peggio la dodicenne caduta, che ha riportato la rottura della tibia e del perone ed è stata ricoverata in ospedale.
“Siamo molto dispiaciuti e arrabbiati – ha dichiarato Fabrizio Grammegna, Presidente della Cooperativa Neopolis Azzurra – per l’accaduto. Pensare che esistano persone che con tanta leggerezza mettono a rischio la propria e altrui vita, in particolare quella di giovanissimi, magari per la fretta azzardano manovre pericolose mettendo in serio pericolo anche la vita di altri oltre che la loro, è un fatto grave. Come Centro Ippico, sentiti i genitori della bambina, ci tuteleremo per vie legali per difendere i nostri interessi e gli iscritti che frequentano il Centro stesso. Al riguardo aspettiamo gli accertamenti del caso”.
Ragazzi e cavalli coinvolti ieri nell’incidente tornavano da un trekking durato due giorni, svoltosi in località Ciabaudo e al quale avevano partecipato anche altri cavalli appartenenti a privati e a Centri provinciali e non. Per due giorni tutto si è svolto regolarmente, senza problemi o intoppi. I ragazzi partecipanti, una ventina in tutto, molti dei quali bambini, erano accompagnati da Antonio Tognietti che segue tutti colori che frequentano il Centro Ippico.
Carlo Alessi

NOTA DI ALTURE: NON SI PORTANO PERO’ NEMMENO 12 ENNI A CAVALLO SU STRADE STATALI, LO VIETA IL CODICE DELLA STRADA . L’ ETA’ MINIMA PER LA CONDUZIONE DI UNO, MASSIMO 2 CAVALLI E’ INFATTI 14 ANNI QUANDO SI PERCORRONO STRADE TRANSITABILI AGLI AUTOVEICOLI.

L’art. 115 del Codice della strada, attualmente in vigore,
recita:
“1. Chi guida veicoli o conduce animali deve essere idoneo per
requisiti fisici e psichici e aver compiuto: A) anni quattordici
per guidare veicoli a trazione animale o condurre animali da tiro,
da soma o da sella, ovvero armenti, greggi o altro raggruppamenti
di animali…”

Uma-T, puledra maremmana

ADOTTATA

La puledra che vedete nella foto e’ in attesa di riscatto , i dettagli li trovate nella sezione Urgenze.
L’ abbiamo soprannominata Uma semplicemente perche lo aguardo ci ricordava un poco quello di Uma Thurmam . E’ una cavallina maremmana di un 1 anno sana, completamente sdoma.

puledra roma

Pompieri salvano due cavalli a Serra Riccò

Pompieri salvano due cavalli a Serra Riccò | Liguria | Genova | Il Secolo XIX

Due cavalli rimasti intrappolati a causa del maltempo nel torrente Secca, a Serra Riccò, sono stati salvati dai vigili del fuoco intervenuti con una squadra di sommozzatori. È accaduto ieri sera intorno alle 21.30. I cavalli non riuscivano ad uscire dagli argini del torrente. Assieme ai sommozzatori ha operato una squadra dei vigili del fuoco di Bolzaneto. Il maltempo, che ancora ieri sera imperversava, ha impegnato i vigili del fuoco in numerosi interventi per allagamenti, piccole frane e alberi pericolanti nella zona di Campomorone, Bolzaneto e Serra Riccò.

IPPICA: RAPITO A BOLOGNA DAGUET RAPIDE, STALLONE SUPER

AGI News On – IPPICA: RAPITO A BOLOGNA DAGUET RAPIDE

(AGI) – Mordano (Bo), 17 giu. – Daguet Rapide, il cavallo vincitore del Derby del 2003 e’ stato rapito in nottata presso il centro di allevamento Folli a Mordano presso Bologna. Sfortunato nell’attivita’ agonistica, il baio di otto anni, incrocio franco-americano, si era dovuto ritirare per problemi fisici e nel 2005 aveva iniziato la carriera come riproduttore. Nel 2006 erano nati 111 cavalli, di cui 42 femmine. Secondo quanto riporta Agipronews, funzionava come stallone al tasso di ben 10.000 euro. E’ il secondo caso di un rapimento in pochi mesi. A fine 2007 era “sparito” anche Equinox Bi, ritrovato dopo alcune settimane.

IPPICA: RAPITO LO STALLONE DAGUET RAPIDE

Repubblica.it News

Il cavallo Daguet Rapide, vincitore del Derby del 2003 e attualmente stallone presso il centro di allevamento Folli, alle porte di Bologna, sarebbe stato rapito nella notte e c’è ancora riserbo sulle indagini. Il cavallo, secondo quanto riporta Agipronews, funzionava come stallone al tasso di 10.000 euro. Daguet Rapide ha iniziato la carriera come riproduttore nel 2005 e nel 2006 erano nati 110 cavalli. E’ il secondo caso di rapimento di un razzatore in pochi mesi: a fine 2007 era accaduto a Equinox Bi, poi ritrovato dopo alcune settimane. (17/06/2008) Spr