Trasporto animali vivi, in vigore le nuove norme

E’ entrato in vigore il Regolamento 1/2005 sulla
protezione degli animali durante il trasporto che vieta di trasportare
animali in condizioni tali “da esporli a lesioni o a sofferenze
inutili”. In particolare, la norma prevede che i conducenti dei mezzi
rispettino una serie di condizioni: innanzitutto la durata del viaggio
deve essere ridotta al minimo per quanto sia possibile.

Niente più viaggi da sardine in scatola: agli animali deve essere
garantito sufficienti spazio e altezza considerati la loro taglia e il
viaggio previsto. Inoltre acqua, alimenti e riposo devono essere
offerti agli animali. Interessante la previsione per i conducenti di
una formazione idonea ad espletare “i propri compiti senza violenza e
senza usare nessun metodo suscettibile di causare all’animale spavento,
lesioni o sofferenze inutili”.

Alla fine del corso sarà rilasciato un certificato di idoneità per i
conducenti e chi non ne sarà in possesso rischia sanzioni fino a 4.500
euro. I guidatori dovranno inoltre avere con se una serie di documenti
riportanti delle informazioni sugli animali trasportati e non solo:
l’origine, il luogo, la data e l’ora di partenza, il luogo di
destinazione e la durata prevista del viaggio.

Powered by ScribeFire.

NITRITI NEL SILENZIO

NITRITI NEL SILENZIO
dal mondo equestre alla consapevolezza della condizione animale

logoanapa_1_1.jpg

Serata gratuita aperta a tutti

A cura del responsabile Nazionale Tutela Equini
A.N.P.A.N.A. Servizi di Polizia Ecozoofila.

Luca Casati

 

Prossima data: Torino presso la sede ANPANA Via Cesare Reduzzi 21

data da stabilire

La serata e’ limitata all’ accoglienza massima di 25 persone.

nitritinelsilenzifoto.jpg

Contenuti

  • Il cavallo : nozioni basilari sulle sue caratteristiche fisiche ,il mondo equino dal punto di vista etologico ,vecchi concetti e nuovi maestri.

  • La carne di cavallo una questione tra etica e scienza .

  • Il cavallo, una posizione scomoda tra animale da reddito e animale da affezione: l’’ inferno dei trasporti dai paesi dell’ est europeo verso l’ Italia ai fini di macellazione.

  • Il cavallo in cattivita’ : malgoverno e cattiva detenzione.

  • Sfruttamento e maltrattamento ai fini sportivi e scientifici.

  • Alture.net: I presupposti e le condizioni che regolano l’ affidamento adottivo . Gli enti , le associazioni e le persone che si occupano di equini in temini di salvaguardia e tutela dei diritti

nitritisilenzio.jpg

Un cavallo per strada

Curioso intervento dei vigili del fuoco di Sanremo, intorno alle 3
della notte scorsa sull’Aurelia a Capo Verde di Sanremo. Alcuni
automobilisti, infatti, avevano notato un cavallo che stava
passeggiando tra le auto. Quando i pompieri di Sanremo sono arrivati
sul posto l’animale era già rientrato nel proprio recinto.

Non è la prima volta che, nella zona, capita un evento del genere.
Un altro cavallo, probabilmente dello stesso proprietario, si era
avventurato qualche mese fa vicino al depuratore era finito in un
dirupo, ed era mortu

Il Secolo XIX Web

Powered by ScribeFire.

Purosangue Inglese di 7 anni

ADOTTATO DA CORRADO DELLA PROV. DI CUNEO
Miky, un Purosangue Inglese di 7 anni, castrone. Le condizioni di salute sono buone, ha solo una formella ma può fare delle passeggiate. Deve essere gestito da persona esperta e in grado di stabilire con lui un buon rapporto di reciproco rispetto, altrimenti prende il sopravvento.
La sistemazione ideale è in paddock con capanna in modo che abbia sempre la possibilità di muoversi e di non accumulare energia restando fermo.
Si trova in provincia di Torino.

Miky.jpg

Cavallo imbizzarrito scappa e semina il panico tra gli automobilisti

NARDO’ – Un cavallo imbizzarrito e un incendio fanno scattare l’allarme. Se si aggiunge che una donna in bicicletta è stata sbalzata da un camion in corso Galliano, il quadro delle emergenze è e completo.
Andiamo con ordine: quello della donna è l’episodio che, cronologicamente, avviene per primo. Nessuna conseguenza per la signora, accompagnata in ospedale per accertamenti, ma tanta paura nel vedere la bici dopo l’impatto. Probabilmente il passaggio del grosso mezzo in una strada resa angusta dai pareheggi selvaggi ha causato l’incidente.
Un cavallo, invece, ha seminato il panico sulla “Tarantina” allarmando alcuni automobilisti. Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della polizia municipale di Nardo che hanno permesso di coadiuvare le operazioni per il recupero dell’animale.
Terzo episodio in via Volta dove un’automobile si è incendiata. Si esclude la natura dolosa dell’episodio ma, probabilmente, si è trattato di un fenomeno di autocombustione. Sul posto sono intervenuti con la consueta celerità i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme e messo in sicurezza la strada, coadiuvati sempre dagli agenti di polizia locale e dai poliziotti del locale commissaria

Powered by ScribeFire.

Gli studi di Leonardo su uomini e cavalli –

LASTAMPA.it

Gli studi di Leonardo
su uomini e cavalli
Nelle sale del Castello Sforzesco «Il trattato della pittura»
FIORELLA MINERVINO
MILANO
Una mostra preziosa quanto stimolante celebra il genio assoluto di Leonardo, nonché Milano, la città che per un ventennio lo ospitò. Ed è proprio nella Sala delle Asse, al Castello Sforzesco, decorata dal maestro stesso, che viene presentata questa speciale rilettura di scritti e appunti, il celebre Trattato della Pittura di cui la Pinacoteca Ambrosiana possiede due esemplari autografi.
Vengono pertanto, dentro teche apposite, rilette talune frasi e parole significative con occhi attuali che esplorano a fondo le sperimentazioni dovute al genio da Vinci. Codici miniati sforzeschi, incunabuli, cinquecentine, facsimili accompagnano via via questo viaggio alla ricerca e dentro il prezioso manoscritto. Si possono inoltre avederr le successive pubblicazioni e interpretazioni, una quarantina circa di edizioni, comprese tavole illustrate da personaggi quali Poussin, Stefano della Bella e il Bossi che lo dedicò al Canova. Splendidi fogli illustrano dapprima i due temi fondamentali ai quali Leonardo si applicò, lo studio della figura umana e del cavallo, che spiega la curatrice Maria teresa Fiorio (coadiuvata da Pietro Marani e Martin Kemp) costituiscono «probabilmente le premesse di numerose considerazioni espresse nel Trattato della Pittura»: la ricerca dell’armonia e della «divina proporzione» nel corpo dell’uomo e del cavallo avvengono tramite una misurazione, quasi rilevazione archeologica, dei rapporti fra le membra e il tutto.
Ecco, allora, mirabili fogli come il frammentario Cavallo al passo, il memorabile e celebre foglio con il Busto d’uomo di profilo con schema di proporzioni e cavallo al galoppo con cavalliere e studi di cavallieri. Suscita emozione rivedere le scrittura minuta, fitta, chiara di Leonardo per precisare ciò che intende accanto al disegno. Come è un vero incanto ammirare il foglio su carta azzurra prestato dalle Collezioni Reale di Windsor, con un cavallo, nella parte inferiore, misurato e quasi «scandito» in ogni parte con proporzioni, precisione, misurazioni, scritte quasi da «geometra». Segue poi, come esempio, una statuetta modellata in cera vergine, attribuita a Leonardo, che ben si addice alle ricerche grafiche. Nè può mancare lo studio «per il «Monumento equestre a Francesco Sforza». Gli studi di Leonardo sullle proporzioni precedono di poco gli altri, viene presentato un disegno del Verrocchio sulle proporzioni del cavallo, in prestito dal Metropoltan, come appare lo studio per cavallo di Dürer dalle Civiche raccolte dell’Accademia a Venezia. Le sue esplorazioni sono di tale acutezza da anticipare i secoli, tanto che proprio il gusto neoclassico alla Canova ne riprese i dettami E’ pure esposta, dono recente, La Madonna Lia opera del discepolo Francesco Galli detto il Napoletano.

LEONARDO. DAGLI STUDI DI PROPORZIONE AL TRATTATO DELLA PITTURA
MILANO, CASTELLO SFORZESCO
FINO AL 2 MARZO

LASTAMPA.it

Powered by ScribeFire.